Arte disperata, Agostino Goldani

libro_goldani

Prefazione a cura di Silvana Crescini
La vita di ognuno di noi segnata da alcuni incontri fatali, incontri che rappresentano nel volger del tempo ciò che gli storici chiamano post quem.
Dopo l’incontro con le opere di Agostino Goldani, infatti, la mia vita è cambiata, come succede quando si accende una luce più intensa nella coscienza, nella cultura, nell’esperienza umana.

Quando per la prima volta vidi quelle opere, quei piccoli capolavori, ne fui sedotta al punto che tutte le mie convinzioni precedenti sulla cosiddetta Art Brut furono messe in discussione.
Quei dipinti erano l’espressione di un’arte autentica, il frutto di un processo introspettivo in grado di stabilire una profonda comunicazione e, contemporaneamente, erano il mezzo con cui quest’uomo, superando le sue manie, la sua angoscia e la sua disperazione, era riuscito a far emergere le pulsioni dell’inconscio, raggiungendo una forma di catarsi e di redenzione alla quotidianità; ma insieme a tutto questo, quei dipinti erano il risultato di una capacità pittorica straordinaria, come quella che si ottiene dopo un lungo esercizio di teoria e di pratica.
Silvana Crescini
Autore: Perini Sergio 
Editore: Marco Serra Tarantola Editore
Anno: 2008
Prezzo: 25,00 Euro